TECAR

La Tecarterapia è una nuova forma di terapia all’avanguardia che, grazie alla sua capacità di attivare meccanismi autoriparatori dell’organismo riattiva i naturali processi riparativi ed antinfiammatori senza proiezione di energia radiante dall’esterno. Si tratta di una svolta rivoluzionaria per le apparecchiature destinate alla fisioterapia, poiché per la prima volta è stato applicato al campo biologico il principio fisico del condensatore, ottenendo una tecnologia che permette di sollecitare i tessuti agendo dall’interno, perciò senza inutili dissipazioni di energia.
L’efficacia della Tecarterapia è documentata dai risultati clinici degli studi effettuati presso numerose università internazionali ed italiane.
Si basa sulla possibilità di trasferire energia biocompatibile ai tessuti lesi, senza alcuna somministrazione dall’esterno, ma inducendo dall’interno le cosiddette correnti di spostamento attraverso il movimento alternato delle cariche elettriche che sotto forma di ioni sono costituenti essenziali di ogni substrato biologico.

La Tecarterapia si basa su tre caratteristiche principali:

  • cessione di energia biocompatibile, attiva sulle soglie energetiche del metabolismo cellulare e subcellulare;
  • efficacia terapeutica anche sui tessuti poco reattivi, per la loro natura fibrotica e resistente ai trattamenti;
  • specificità di azione in base alla tipologia del tessuto (muscolare e/o fibroconnettivale) connessa alla duplice modalità tecnologica capacitiva e resistiva.

La Tecarterapia offre quindi il vantaggio di ottenere risultati in profondità, incrementando la temperatura dall’interno verso l’area di applicazione, senza che la cute sia attraversata da alcuna forma di energia, ottenendo un trattamento omogeneo e focalizzato, escludendo quelle zone dove vi siano controindicazioni, e con la totale innocuità anche in presenza di protesi o mezzi di sintesi. Tutto questo sfruttando il principio del condensatore dove il corpo umano rappresenta l’armatura, grazie allo spostamento delle cariche elettriche, si attiva calore endotermico, con aumento delle trasformazioni energetiche endocellulari (ADP in ATP), microiperemia capillare e pre capillare indotta dalla necessità di O, aumento della permeabilità della membrana cellulare con fenomeni di degranulazione dei recettori specifici, incremento della temperatura interna nella zona controllata dall’elettrodo isolato, quindi vi è un iperafflusso ematico, vasodilatazione, aumento del drenaggio linfatico, aumento della permeabilità di membrana, incremento dell’apporto di Oe di sostanze nutritizie ed il drenaggio dei radicali liberi e delle tossine.
Il tutto porta alla riduzione dei tempi di recupero in tutte le contratture muscolari e antalgiche, con una naturale azione analgesica, sedativa, di stimolazione e rigenerazione dei tessuti, vasomotoria.
Una vasta gamma di risultati raggiunti grazie alla caratteristica principale della Tecarterapia di associare due modalità di funzionamento: Capacitiva e Resistiva, che agiscono in modo selettivo e complementare. La prima agisce specificatamente su muscoli, sistema vascolare e linfatico; la seconda sui tessuti di maggiore resistenza come ossa, cartilagini e grossi tendini, che, per loro natura, sono altrimenti caratterizzati da una scarsa reattività agli effetti di biostimolazione.
Non va poi dimenticata la funzione preventiva e defaticante del trattamento Tecar capace di migliorare l’efficienza muscolare e diminuire l’incidenza di eventi traumatici. La migliore ossigenazione rende infatti i muscoli più elastici e reattivi, mentre la maggiore capillarizzazione che ne consegue porta ad una maggiore potenza muscolare.